Serve davvero usare Twitter?

Già, bella domanda: serve davvero usare Twitter?

Questo social network è simbolo di semplicità e immediatezza, uno strumento che lascia ben poco spazio all’improvvisazione. È un canale dalla notizia veloce. Se usato bene, il messaggio che vogliamo comunicare, può raggiungere in tempo reale l’obiettivo. 

A primo impatto, soprattutto se usiamo come termine di paragone uno dei suoi fratelli maggiori, ovvero Facebook, può sembrare complicato. Ma basta abituarsi al suo utilizzo per comprenderne a pieno le potenzialità.

Nonostante sia, probabilmente, il meno blasonato tra tutti i social network, non si rivela necessariamente meno utile degli altri. Anzi, come detto, Twitter è una piattaforma che serve per la comunicazione ed il networking in tempo reale. Possiamo usarla per raggiungere particolari obiettivi come illustrato nell’immagine sottostante.

Twitter: a cosa serve il social network dei cinguetti

  • Personal branding: ovvero presentarsi in prima persona per promuovere la propria professionalità e competenza;
  • Diffusione contenuti: far conoscere la propria azienda al pubblico, aumentando le visite al sito web e le possibilità di ottenere nuovi contatti;
  • Promozione di un prodotto: creando un profilo o un hashtag dedicati, dando maggiore visibilità a una singola attività svolta da un’azienda;
  • Gestione degli eventi: condividendo in tempo reale le attività di un evento o una manifestazione, richiamando l’attenzione del pubblico e interagendo immediatamente con esso;
  • Customer service: il 73% delle aziende utilizza Twitter per rispondere alle domande di supporto.

Risulta evidente quindi, come il suo utilizzo a livello professionale, possa gratificare ed incrementare di molto la reputazione di un’azienda.

Grazie per aver letto il nostro blog. Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*